“Sguardi diversi…stesso orizzonte” – attività conclusiva

 mercoledì 13 Ottobre - 2021
PCTO - Alternanza Scuola Lavoro, Progetti
Maria Luisa D'Aiello

Nell’ambito del macroprogetto “Sguardi diversi…stesso orizzonte”, il giorno 12 ottobre, si è conclusa la realizzazione dei due microprogetti denominati “Un sentiero per tutti” e “La mia terra: guarda il calor del sole che si fa vino”, con la visita delle classi terze all’Antica Masseria Venditti di Castelvenere. Il progetto, con lo scopo di avvicinare gli alunni alle realtà produttive del territorio di appartenenza, ha visto la partecipazione delle classi prime, seconde e terze dell’IPSEOA di Castelvenere.

La giornata ha avuto inizio nel teatro del Comune di Castelvenere, dove gli studenti, accompagnati dai loro insegnanti, Scetta Elia, Pietropaolo Teresa, Cusano Gianpasquale, Conti Patrizia, Malgieri Michelangelo, Manfreda Gianluigi e Tina Di Lorenzo hanno fatto una prima tappa nel teatro di Castelvenere dove hanno potuto conoscere nel dettaglio, attraverso l’interessante lezione dei docenti Scetta Elia e Pietropaolo Teresa, i processi della vinificazione e della corretta conservazione del vino.

Gli allievi hanno proseguito poi per la Masseria Venditti dove il titolare Nicola Venditti ha illustrato il  progetto aziendale che, partito indietro negli anni, ha avuto un progresso costante sia nell’impiego della tecnologia che nella qualità del prodotto finito. Oggi vini biologici di alta qualità, pluripremiati, costituiscono il fiore all’occhiello dell’azienda.

Da menzionare il vino “Assenza”, il cui nome, decisamente originale, è un omaggio ai componenti della sua famiglia.

La visita alla cantina, luogo magico in cui l’uva si trasforma in vino, ha rappresentato per gli alunni un momento di particolare interesse: hanno potuto osservare con i propri occhi tutto il processo di vinificazione, dall’uva che viene privata dei raspi, fino all’imbottigliamento del vino.

Particolare curiosità ha suscitato il Vigneto Didattico, piccolo rettangolo di terreno in cui sono conservate venti varietà di vitigni autoctoni e soprattutto il racconto della Potatura didattica e della vendemmia notturna, ormai giunta alla 13a edizione.

La visita all’Antica Masseria Venditti si è conclusa nella sala di degustazione, dove sono esposti i premi enologici ottenuti nel corso degli anni, le tipologie di vini prodotti dall’azienda e un originalissimo e antichissimo ‘Torchio di Plinio’ datato 1595, di proprietà della famiglia.