progetto dipende da te 2.0

 mercoledì 4 Maggio - 2016
Docenti, Progetti, Studenti
Petrucci Michele

Il 2 maggio scorso 100 studenti da Castelvenere e da Faicchio sono stati ospiti del  teatro Massimo di Benevento per partecipare ad un evento sulla legalità di spessore altamente formativo e dal titolo “Dipende da te 2.0”. Don Luigi Ciotti (presidente dell’associazione Libera) e Tina Martinez Montinaro (vedova di Antonio Montinaro, poliziotto ucciso nella strage di Capaci) hanno spiegato ai ragazzi il valore della legalità e della giustizia esortandoli ad essere cittadini attivi, in grado di assumersi, ciascuno per la propria parte, la responsabilità nella costruzione di una società più onesta e più giusta. Don Ciotti ha sottolineato che una democrazia non può prescindere dalla giustizia che rappresenta un efficace messaggio di coerenza e di coesione sociale. Ha ripercorso le storie di tanti uomini uccisi dalle mafie, sacrificati per la difesa della legalità. Essi non dovrebbero mai essere dimenticati e, a ricordarli, sono deputate innanzitutto le scuole nella quotidiana azione formativa. Solo la memoria può vincere l’”indifferenza” e suscitare l’indignazione che prelude all’”azione”, alla voglia di ribellarsi e di cambiare.

L’Associazione “La Rivoluzione Gentile”, promotrice e organizzatrice del convegno, e il sindaco di Benevento Fausto Pepe hanno ribadito più volte che ribellarsi all’illegalità dipende da noi, da ciascuno di noi, nel costante impegno civile e solidale.

La partecipazione dell’istituto alla significativa manifestazione ha concluso un percorso didattico in cui le classi 1°C-2°C-4°C-4°D di Castelvenere e le classi 1°e 2°A Odontotecnico-1°A-2°A- 2°B Turistico hanno affrontato, attraverso laboratori di cineforum, i temi più significativi per la prevenzione all’illegalità e al bullismo. I film sono stati scelti e forniti dall’associazione che ha anche contribuito con interessanti spunti didattici.

Gli studenti hanno molto apprezzato e condiviso sia i laboratori di cineforum che l’evento finale partecipando alle attività con interesse e impegno. La Dirigente, dott.ssa Elena Mazzarelli, ha favorito e sollecitato l’iniziativa, ritenendo che un cambiamento sociale improntato alla legalità e alla giustizia non può che concretizzarsi attraverso una corretta e profonda educazione alla legalità nelle scuole.